Quali sono gli esami più comuni che si possono eseguire in uno studio medico?

Nel corso della nostra vita,  attraversiamo fasi evolutive, momenti di euforia o di calo dell’umore, con conseguenze che si riflettono sui comportamenti alimentari e/o, inconsciamente, sulla diminuita capacità di difesa dell’organismo ai fattori esterni e, spesso, con la conseguente minore funzionalità degli organi interni; il nostro corpo reagisce alle mutate condizioni fisiche con manifestazioni che hanno bisogno di essere analizzate attraverso esami medici per poter intervenire e ripristinare la normalità della macchina corporea. Lo studio medico, partendo dal medico di base, è il punto di  partenza per il viaggio nella conoscenza dei nostri limiti o delle nostre carenze, e questo viaggio inizia con esami semplici e si sviluppa in gradi (se necessari) sempre più complessi. Il primo esame che si esegue in uno studio medico è un colloquio in cui si evidenziano i sintomi del malessere segnalato, con la visione delle manifestazioni cutanee (se ci sono) e con la palpazione delle parti interessate, successivamente si procederà ad esami più mirati che possono essere effettuati nello stesso ambulatorio.

Gli esami più comuni e veloci che vengono effettuati in uno studio medico sono strumentali come: l’ECG (cioè l’elettrocardiogramma) sia in situazione di normalità che sotto sforzo, permette, attraverso degli elettrodi applicati sulla superficie del corpo la registrazione dei ritmi cardiaci evidenziando eventuali coronaropatie o alterazioni muscolari che indicano l’angina pectoris, forme ischemiche, infarto o malattie delle valvole cardiache: questo esame non invasivo non richiede particolari preparazioni. Altro esame strumentale non invasivo è l’ecografia che attraverso la registrazione dell’eco di ultrasuoni riesce a fornire immagini sulla morfologia e collocazione di organi oggetto di indagine, tale indagine viene utilizzata per le patologie addominali (fegato, calcoli biliari, appendicite), per i calcoli renali e per patologie tiroidee nonché per lo screening per il tumore alla mammella; i test di allergometrìa (si basano su esami cutanei per individuare l’allergene responsabile delle manifestazioni allergiche); il Breath test che rileva l’intolleranza al lattosio, al fruttosio e, non ultimo, evidenzia la presenza dell’Helicobacter Pylori che provoca gastriti, ulcere, dolori addominali, nausea, vomito, gonfiore, perdita di appetito e di peso non volontario (questo test, non invasivo, si effettua al mattino e a digiuno di almeno sei ore, campionando l’aria espirata. Oltre a citati esami dal risultato immediato, nello studio medico possono essere attivati altri esami i cui risultati sono necessariamente evidenziati dopo ore come ad es.: Holter Pressorio consistente in una tecnica di registrazione realizzata attraverso un piccolo registratore a batteria che il paziente dovrà indossare e portare con se nell’arco delle ventiquattro ore, l’apparecchio registra ogni variazione della pressione (l’holter viene usato anche per l’ECG delle 24 ore) e il paziente dovrà compilare un diario sulle fasi della giornata (pranzo, attività fisica, riposo), le registrazioni, una volta stampate o evidenziate sul monitor, saranno confrontate con le fasi registrate dal paziente sul diario. L’applicazione dell’holter viene effettuata nello studio medico e non comporta alcun pericolo per il paziente che dovrà semplicemente continuare a vivere  normalmente le sue giornate. Oltre a gli esami strumentali, nello studio medico possono essere effettuati prelievi di sangue destinati all’approfondimento delle patologie evidenziate sia dalla visita fisica che dai risultati strumentali.

Chiama subito per una visita
Chiama subito il nostro centro e prenota una visita specialistica
Chiama +39 06 98 63 872