Medicina dello sport: visite obbligatorie per chi gioca a Basket

Ogni giorno aumentano gli iscritti a corsi di basket. Nessuna sorpresa, la pallacanestro, insieme al calcio, è uno degli sport più apprezzati. In Italia, infatti, è il secondo sport per il numero di tifosi e di tesserati. Non sorprende, quindi, che gli aspiranti cestisti siano sempre in aumento. Per praticare questo fantastico sport, però, gli atleti devono sottoporsi ad importanti accertamenti, effettuati da medici specializzati in medicina dello sport, che ne certifichino l’idoneità e ne preservino l’integrità fisica.

La visita medico sportiva

Chi vuole giocare a basket deve assolutamente sottoporsi ad una visita medico sportiva. Esistono due tipi di visite possibili: quella agonistica e quella non agonistica. Quest’ultima è riservata solamente a chi pratica sport a livello non agonistico. Dopo una semplice visita, effettuata da medico di fiducia, dal pediatra o da specialisti in medicina dello sport Roma, viene rilasciato un certificato di buona salute.

Il basket, però, è uno sport completo che richiede uno sforzo fisico non indifferente. Per tale motivo, per chi intende gareggiare e svolgere questo sport a livello agonistico, e abbia compiuto 11 anni, una semplice visita non è sufficiente per accertare l’idoneità fisica dell’atleta e per tutelarlo da danni derivanti dalla pratica sportiva. La legge, pertanto, stabilisce che è assolutamente necessario, e obbligatorio, sottoporsi ad una visita medico sportiva che rilasci un certificato medico di tipo agonistico prima di iniziare a praticare la pallacanestro.

Il certificato medico agonistico: come ottenerlo

Prima di iniziare a praticare basket occorre, quindi, essere in possesso di un certificato di idoneità di tipo agonistico. Ci si deve sottoporre alla visita medico sportiva che consiste in una serie di esami approfonditi volti a valutare le condizioni fisiche dell’atleta.

La visita è composta, quindi, da differenti esami. Si inizia con una visita generale, in cui viene raccolta la storia clinica dell’atleta, ne vengono raccolti i dati antropometrici (peso e altezza), un esame generico neurologico, un esame della vista e uno dell’udito.

Vengono, poi, eseguiti ulteriori accertamenti. Il medico, quindi, valuterà i risultati derivanti dall’analisi delle urine, e sottoporrà il paziente ad una spirografia e un elettrocardiogramma a riposo e sotto sforzo. Eventualmente, a seconda della volontà del medico, la visita può prevedere un test cardiologico, un test al cicloergometro e un ecocardiogramma.

Qualora lo specialista non ritenesse opportuno rilasciare il certificato medico sportivo che attesta l’idoneità dell’atleta, può richiedere ulteriori accertamenti.

Chi può eseguire la visita

La visita per il rilascio di un certificato medico sportivo di tipo agonistico può essere effettuata esclusivamente da un medico specializzato in medicina dello sport Anzio presso centri pubblici o privati accreditati.

La richiesta dell’idoneità sportiva deve provenire dalla società sportiva e deve essere poi consegnata al medico dall’atleta insieme al suo libretto sanitario sportivo. Quest’ultimo è un documento indispensabile su cui sono annotati tutti i dati dell’atleta e le visite medico sportive già superate in precedenza. In caso di atleti minorenni è altresì necessaria l’autorizzazione dei genitori o di chi ne fa le veci.

Una volta accertata l’idoneità, il certificato che viene rilasciato ha validità di un anno.

 

Hai necessità del certificato medico sportivo per giocare a Basket? Fissa subito il tuo appuntamento.
Chiama +39 069863872